Tagliando motore barca: come fare (1^ parte)

Volvo Penta

Volete imparare ad eseguire in completa autonomia il tagliando del vostro motore entrobordo, senza dover ricorrere ogni volta ad un dispendioso meccanico, anche per queste semplici manutenzioni?

In questo articolo voglio spiegarvi come fare. In poche semplici mosse sarete in grado di eseguire da soli questa facile manutenzione.

Partiremo dal circuito di alimentazione, in successivi articoli affronteremo il cambio della girante e la sostituzione dell’olio motore con relativi filtri.

Fino a pochi anni fa tutti i lavori dove era richiesto un minimo di manualità li facevo seguire ad artigiani nell’errata convinzione che non potessi essere all’altezza per svolgerli in modo decoroso. Tuttavia, non vi nascondo che la cosa mi procurava un certo disagio…non solo mentale per il senso di inadeguatezza ma anche economico! Così piano piano ho imparato a fare tanti lavoretti a bordo…con soddisfazione dello spirito e del portafoglio! Ma torniamo al tagliando.

Il circuito di alimentazione prevede un serbatoio munito di tubo di carico, di sfiato e collegamento al motore (mandata pompa a c) e di ritorno (eccesso di gasolio incombusto che ritorna nel serbatoio).

Tra il serbatoio del carburante e la pompa a C, viene di norma inserito un filtro  in linea, possibilmente con bicchiere di separazione acqua e morchia. ll motore, invece, è munito di un suo filtro proprio. La pompa a C deve essere pulita annualmente, smontando il coperchio e lavando la retina con gasolio pulito.

MATERIALE OCCORRENTE

– Filtri di ricambio (basta leggere il codice del filtro su quello installato e acquistare quelli di ricambio). Io ne ho sempre di scorta a bordo;

– Bottiglie di plastica;

– piccolo imbuto;

– pinza a cinghia;

– carta assorbente;

– carta da giornali o teli di plastica per proteggere il pagliolo.

SOSTITUZIONE DEL PREFILTRO

Per prima cosa chiudiamo il circuito del gasolio (basta girare la valvola che si trova vicina al serbatoio). A questo punto tagliamo una bottiglia di plastica a metà in modo da creare un bicchiere da infilare sotto il filtro (io ho utilizzato la confezione di mozzarelline dopo averle divorate 🙂 )

Svitiamo il bullone indicato nella fotografia che trattiene il coperchio o la base del filtro (si può prima  svuotare il filtro attraverso la valvola di spurgo sulla parte bassa…io ho evitato Il passaggio)

Svitando il bullone si libera il filtro con relativo bicchiere. Sotto il filtro ho utilizzato la confezione di mozzarelle come vasca per raccolta.
Filtro con relativa vaschetta rimosso dalla sede

A questo punto puliamo la flangia di attacco del filtro con uno straccio di tela. Prendiamo il nuovo filtro e lubrifichiamo con gasolio l’O-ring e la guarnizione. Rimontiamo il nuovo filtro.

Installazione nuovo filtro

Utilizziamo, infine, il piccolo imbuto per travasare il gasolio della vaschetta in una bottiglia di plastica.

CAMBIO FILTRO GASOLIO MOTORE

Bene, a questo punto passiamo al filtro gasolio alloggiato in una sede del motore stesso. Il filtro si svita a mano ma trovo utile l’utilizzo di una pinza a cinghia, che rende il lavoro decisamente un gioco da ragazzi. Lo scorso anno il filtro si era letteralmente bloccato e, non riuscendo a svitarlo a mano, ho ovviato bucandolo con un cacciavite che, una volta infilato, mi ha permesso di utilizzarlo come leva per svitarlo…il metodo funziona ma il lavoro risulta  decisamente più pulito con una chiave a cinghia. Anche in questo caso utilizziamo un bicchiere di raccolta del gasolio per evitare di sporcare in giro quando  sfileremo dalla sua sede il filtro che contiene ovviamente gasolio.

Puliamo la sede di alloggiamento del filtro con un panno pulito, prendiamo il nuovo filtro e prima di rimontarlo (avvitandolo a mano) lubrifichiamo la sua guarnizione con del gasolio.

SPURGO DEL CIRCUITO 

Abbiamo quasi finito, prima di rimettere in moto il motore dobbiamo spurgare il circuito di alimentazione per eliminare bolle d’aria.

Dobbiamo allentare la vite di spurgo che si trova solitamente o sul filtro o sulla pompa di alimentazione. Non è necessario toglierla, basta allentarla.

A questo punto agiamo sulla levetta della pompa di alimentazione per “pescare” il gasolio, non prima di aver protetto la sentina. Dalla vite di spurgo uscirà prima l’aria mista a gasolio con schiuma e bolle e poi solo gasolio.

Meglio avvolgere della carta assorbente attorno al filtro.
Agendo sulla leva della pompa si nota che il gasolio sta riempiendo il circuito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una volta che dalla vite di spurgo sarà uscito il gasolio, possiamo serrare il bullone e avviare il motore. Facile no?

Ricordatevi che durante la manutenzione invernale la sostituzione dei filtri del gasolio è un lavoro indispensabile per evitare la creazione di alghe che verrebbero subito aspirate dal motore alla prima messa in moto, intasando tutti I filtri e aumentando la fumosità.

 

 

 

 

 

Lascia un commento